Anteprima: 13 sotto il lenzuolo, pagina 1

scritto il 17 July 2012 da gpavone

Eccola, qui accanto. Be’, lo sanno tutti che la prima pagina di ogni libro è bianca, no?

Share

Scatti da ghepardi

scritto il 12 July 2012 da gpavone

“Non me ne frega un cazzo se i giocatori sono viziati o arroganti, superbi o tronfi. Sono ragazzi. Sanno fare senza sforzo le cose difficili. Un fatto che non la smette di commuovermi e meravigliarmi. Corrono in mezzo a dei paletti con scatti da ghepardi e questo basta per farmi dire che sono innamorato per sempre di loro. Non si costruisce la vita sprofondati dentro le poltrone a lamentarsi. Chi corre e urla, ha la meglio sul mondo e su di me”.

Da “Tony Pagoda e i suoi amici” di Paolo Sorrentino.

Share

Cristo si è fermato a Taranto

scritto il 11 July 2012 da gpavone

A Taranto “Cristo” è sulla bocca di tutti. Non così, a solo, a mo’ di esclamazione blasfema come accade in mezza Italia, ma come parte di locuzioni più articolate.

“Stare ai piedi di Cristo” è un’espressione che non ha bisogno di troppe spiegazioni, e che in terra ionica trova quotidianamente motivi per essere usata. Più curiose, e in parte oscure, le frasi “Lassà Criste pe scè alle cozze” (lasciare Cristo per andare alle cozze) e “tu e il Cristo tuo“, una forma rafforzativa usata in caso di inviti perentori.

Sarà forse per questo che Cristo, a Taranto, ci è venuto veramente. Nel 1978. Ho già scritto qui, più di un anno fa, di White Pop Jesus, misconosciuto capolavoro trash con Awanagana nel ruolo di Gesù. Ieri, questa pellicola ha nuovamente fatto irruzione nella mia vita, determinando un paio di coincidenze davvero ultraterrene.

Il mio amico Dario Morelli mi scrive un’email chiedendomi se fossi al corrente di White Pop Jesus, corredandola con i link alle pagine di Youtube dove il film è visibile integralmente, sebbene a spezzoni.

La mia risposta è stata la seguente: “Sì, l’ho scoperto solo un anno fa, e da allora ne sono ossessionato. Oltre al kitsch totale, è una testimonianza rarissima di quegli anni (si vede anche casa mia…). Come sai, è più facile trovare foto e filmati di inizio secolo che degli anni 70/80. Vorrei scrivere un articolo, intervistare Awanagana, forse anche dedicare il resto della mia vita a questo film”.

Poche ore dopo, su Facebook, il mio amico Aldo Tagliente, commentando la notizia del lancio della nuova collana Marsilio le commedie, e l’imminente uscita di 13 sotto il lenzuolo, mi scrive a proposito della trama del romanzo: “sai che nell’estate del 1978, finito il liceo, lavorai nela troupe che girava una commedia all’italiana a Taranto: White Pop Jesus, un sexy musical: coreografie di don lurio, con stella carnacina, romina power, uno dei “Gufi” , regia di uno sconosciuto; film forse mai uscito nelle sale, se non a Taranto. Fu un vero spasso. Qualche mio coetaneo se lo ricorda?”

Le coincidenze sono due. La prima è che nel giro di poche ore due persone mi hanno parlato di White Pop Jesus, che non è esattamente un argomento di conversazione frequente, tipo il Governo Monti o le menne di Ilaria D’Amico. La seconda è che il mio amico Aldo ha vissuto un’esperienza incredibilmente simile a quella di Federico Nugnes Peluso, il protagonista di 13 sotto il lenzuolo: un ragazzo pugliese che circa 30 anni fa, in una pausa di studio, fa una breve esperienza lavorativa sul set di un film scalcagnato e improbabile. Che sia un segno? Forse devo dedicare davvero il resto della mia vita a White Pop Jesus?


Share

Dispiacere dell’onestà

scritto il 10 July 2012 da gpavone

Frenare per lasciare che una donna attraversi la strada. Sentirsi buoni per questo. Ma poi ammettere a se stessi che lo si è fatto solo per poterle guardare il culo. E concludere amaramente che non ne valeva la pena.

Share

Sotto il lenzuolo qualcosa si muove

scritto il 18 June 2012 da gpavone

Venerdì scorso l’editor palindromo Marco Di Marco è stato a casa mia per parlare del nuovo romanzo. Mi ha detto che le modifiche da fare sono poche. Resta da capire se sono diventato bravo o se è lui a essersi impigrito.

Share

Destino forfetario

scritto il 11 June 2012 da gpavone

“C’è una specie di destino forfetario in quartieri come questo, e svegliarsi la mattina Carlo o Marco o Francesca non fa differenza”.

Marco Presta, Il paradosso terrestre, Aliberti, 2010

Share

Vercelli pro Taranto

scritto il 16 May 2012 da gpavone

La storia narrata nel post precedente, ma vista da parte tarantina. Clicca qui.

Share

Sono un caso umano

scritto il 16 May 2012 da gpavone

Parlano di me su La Sesia, bisettimanale di Vercelli (clicca sull’immagine per ingrandirla). Mi sa che da quelle parti i tarantini diventeranno oggetto di studio, come animali rari. Ma sul “rari” si sbagliano.

Share

Il titolo!

scritto il 9 May 2012 da gpavone

Sono lieto di annunciarvi che il nuovo romanzo ha finalmente un titolo. Per sceglierlo, il sottoscritto e l’intera forza lavoro di Marsilio sono stati impegnati in un’estenuante opera di selezione durata mesi. Partendo da un tabellone tennistico tipo Wimbledon, si è proceduto alla scrematura adottando svariati criteri di competizione. Fra questi: lancio del nano, lettura fondi del caffè, gara di rutti, birra e salsicce, curling, lotta nel fango, chi piscia più lontano (ha vinto una donna), rigori in movimento, manuè zozzò, strega comanda colore, media inglese e il videogioco Condor. Mentre, in laguna, eravamo impegnati nei tempi supplementari della gara di sci nautico in gondola, è passato Marche Polle, noto ubriacone tarantino-veneziano, inventore dello spritz alla Raffo. Appreso dell’oggetto del contendere, ci ha rivolto una domanda nel suo caratteristico idioma: “Ostregheta, piccè non gi u’ ciamate 13 sotto il lenzuolo?” In assenza di obiezioni (dovuta anche a problemi di traduzione) la sua mozione è stata approvata all’unanimità.

Quanto al concorso lanciato a suo tempo, visto che la scelta di Marche Polle non è caduta su alcun titolo scelto da voi lettori del blog, il vincitore dovrà essere deciso a mio insindacabile giudizio. E il mio insindacabile giudizio premia Stefania per 1 Sex 2. Stefania si aggiudica così una copia autografata del nuovo romanzo e una canadese di Raffo (con spritz o senza). Grazie comunque, di cuore, a tutti.

Share

L’intervista di Extramagazine

scritto il 23 April 2012 da gpavone

La stampa estera (Martina Franca…) si accorge di me. Clicca sull’immagine per leggere.

Share